Accessori per la skin care ELIMINARE GLI SPRECHI! (come sostituire i dischetti di cotone)

Pubblicato da Barbara Gioffredi il

Cercare, dove si può, prodotti che non siano usa e getta è un gesto di attenzione verso il nostro pianeta ma anche verso il nostro portafogli!

Molte aziende si stanno preoccupando di dare l'alternativa ai dischetti di cotone usa e getta, molto comodi ma che di ecobio hanno ben poco.L' alternativa lavabile eriutilizzabile, permette di ammortizzare il costo/investimento iniziale (comunque basso) e fa felice noi e il pianeta.   

 

Latte&Luna propone:

-Pezzolinda, una lavette di cotone per il viso ( 20x 20 ) e una più grande per il corpo ( 28x28 )

Pezzolinda lavora in perfetta sinergia con Pure Clean per il viso, Olio seta per il corpo, Prima Pelle Olio, su viso e corpo per pelli sensibili e reattive. La delicatezza del tessuto e la struttura della trama le permettono di adattarsi a tutte le tipologie di pelle e necessità, a seconda dell'azione con la quale viene frizionata sulla pelle, senza mai alterare l’equilibrio del derma. 

Come supporto alla detersione, basterà bagnare e strizzare la lavetta, aggiungere qualche goccia di olio o detergente, e strofinarla delicatamente sulla pelle. Passata delicatamente sugli occhi rimuove perfettamente il trucco più persistente ed ogni impurità. 

LaSaponaria ha ben due proposte:

- Un set di dischetti struccanti che contiene 3 dischetti struccanti bio, con sacchettino (12x12cm)

Sono prodotti in Turchia, da una storica azienda fair trade, che utilizza, da più di 50 anni, esclusivamente cotone biologico certificato. 

La bustina è prodotta in India ed è al 65% di cotone ottenuto riciclando scarti di lavorazione di prodotti in maglieria.

Devo dire che, con questa tipologia,  mi sto trovando molto bene.

Li uso con acqua micellare, alternata al burro struccante. Il fatto che ce ne siano tre mi permette di non rimanere mai senza.

Come li uso io: lo passo sotto l'acqua tiepida e lo strizzo; se uso l'acqua micellare imbevo il dischetto di prodotto, lo appoggio al viso e agli occhi per qualche secondo e tiro delicatamente asportando sia il trucco che le impurità accumulate durante il giorno. Se utilizzo il burro struccante, emulsiono burro e trucco massaggiando sempre delicatamente per qualche secondo, passo il dischetto precedentemente bagnato e strizzato che si porterà via ogni traccia di detergente e di trucco.Poi sciacquo il viso e procedo alla mia routine che cambio a seconda del periodo.

Non lo metto in lavatrice ogni volta: se il trucco è leggero lo lavo con un pochino di sapone di Marsiglia (panetto che tengo sempre in bagno perché lavo i pennelli ) ci metto proprio un attimo e il giorno dopo è asciutto e pulito.

- Salvietta struccante in bambù:

Sottolineo che sono parte di un importante progetto solidale! Realizzate nel laboratorio sartoriale della Cooperativa Sociale Oikos rappresentano una opportunità lavorativa per le donne del carcere femminile di Vigevano.

Sono realizzate in fibra di bambù e indicate anche per pelli sensibili e delicate come quelle dei bambini. Si lavano a 30-40° in lavatrice o a mano, ma si possono sciacquare con acqua e sapone e si lasciano asciugare.

Anche questa salvietta si può utilizzare con qualsiasi struccante e detergente, adatto sia al viso che alla delicata zona occhi.

Passiamo ad Avril, azienda francese con prodotti cosmetici biologici a prezzi economici.

Propone:

- Il quadrato struccante di cotone bio , ( 10 x 10 ) 100% in cotone bio certificato GOTS  (Global Organic Textile Standard) una norma internazionale usata per la certificazione delle fibre naturali e che comprende criteri di natura ecologica e sociale.

Ultra dolce, per pelli sensibili con due volti

Quale faccia utilizzare ? Dipende dal tipo di struccante che usate!

Lato spugna : latte struccante, olio struccante

Lato morbido : lozione micellare, lozione tonica

Dopo ogni utilizzo, risciacquateli con acqua, potete metterli in una rete di lavaggio e metterli in lavatrice (40° a 60°) puoi inserirli in asciugatrice o all'aria.

Bene, direi che di scelta ne abbiamo! Sei pronta al cambiamento?

 

E' un salto nel vuoto, è una questione di fede.

 


    Condividi questo post



    ← Articolo più vecchio Articolo più recente →


    Lascia un commento

    Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati